Risotti d’autunno

Speciale zucca

Ad ogni riso, il suo risotto

Il riso, con le sue innumerevoli varietà, accompagna l'uomo da millenni ed è tra i cereali più coltivati al mondo. Le sue origini sono asiatiche, specificamente cinesi, ed è coltivato sin dal VI millennio a.C. 

La sua presenza in tavola in Italia è invece più recente: nel VIII secolo d.C. attraverso la Sicilia, durante la dominazione araba, anche se gli antichi Romani conoscevano il riso ma lo usavano solo per scopi medici e cosmetici. Con il tempo la sua coltivazione si è diffusa nella campagna italiana, soprattutto in Pianura Padana e in Veneto, dove oggi viene coltivata gran parte della produzione europea del cereale. 

Se oggi tutto il mondo consuma il riso, una sola preparazione ha la prerogativa di essere italiana: il risotto. Esistono diverse varietà con cui è possibile  prepararlo, ma quali sono le più adatte e come riconoscerle?

  • Il Carnaroli: è ottimo, superfino, ha una  consistenza soda, una forma allungata e rossa e presenta una piccola perla centrale (area di colore bianco gesso).
  • L'Arborio assorbe bene i liquidi e i condimenti. Si distingue dal primo grazie alla perla estesa, che occupa quasi tutto il  chicco. Meglio lasciarlo leggermente al dente, in virtù della ridotta tenuta di cottura.
  • ll Vialone nano, ideale per un risotto  dalla consistenza densa, ha una struttura piccola e compatta, una buona capacità di assorbimento e si presenta bianco, senza perla estesa.
  • Il Parboiled non è una varietà di riso, ma una modalità di trattamento dei chicchi: il nome è una contrazione di “partially boiled”, letteralmente “parzialmente bollito”. La tecnica permette di utilizzare il riso per lunghe cotture (non scuoce) e di salvaguardare le sue componenti nutritive. È  a preferire in preparazioni cremose per via della ridotta capacità di assorbimento del condimento.

Il risotto e la zucca

Il connubio perfetto con l’arrivo dell’autunno è l’abbinamento riso e zucca. Partendo da questi ingredienti di base e aggiungendo un tocco in più, si possono ottenere strepitose ricette per tutti i giorni, per occasioni speciali o per cene gourmet.

Cremosi e dal caratteristico sapore dolce-salato il risotto alla zucca è la soluzione ideale per una cena con i fiocchi.

Sai che…

Per una cena a due, da assaporare in intimità, puoi servire il Risotto alla zucca e balsamico all'interno della zucca.  Lavala sotto acqua corrente, pulisci la superficie con un pennellino per eliminare i residui di terra e asciugala. Con un pennarello per alimenti, disegna una traccia sottile sulla cima e, seguendola, taglia la calotta superiore con un coltello affilato a lama lunga. Rimuovi la polpa, i semi e i filamenti con un cucchiaio o uno scavino, quindi procedi con la  preparazione del risotto. Versane due porzioni nell'incavo della zucca e trasformala in un piatto scenografico da condividere. Se preferisci delle monoporzioni, scegli zucche più piccole.   

Su Cookidoo® trovi tantissime altre idee su come abbinare la zucca al tuo risotto. Assaggiale tutte


vai a Cookidoo®

I nostri prodotti migliorano la vita di milioni di famiglie da 130 anni grazie alla  tecnologia all'avanguardia e alla loro eccezionale durata.

Vorwerk Italia s.a.s. | 20156 Milano | C.F. e P.Iva 00793630153 | Cap.Soc. 3.821.000 i.v. | Registro Imprese di Milano n° 00793630153 | www.vorwerk.it/