Le fave: Primizia primaverile

Ecco perché sceglierle per tante gustose ricette con Bimby®

LE PROPRIETA’ BENEFICHE DELLE FAVE

Le fave forniscono al nostro organismo una buona quantità di potassio, magnesio, ferro, selenio, rame e zinco; inoltre sono ricche di proteine, vitamine (tra cui l’acido ascorbico), fibre e sali minerali; risultano essere i legumi con meno calorie (circa 70 calorie per 100 g) e quasi 0 grassi: queste caratteristiche fanno delle fave un cibo ipocalorico e con ottimi benefici sulla salute. Ovviamente si parla di fave fresche, poiché quelle essiccate hanno valori nutrizionali completamente diversi.

Come ovvio, queste proprietà si mantengono nel cibo crudo, mentre in quello cotto molte sostanze si perdono o vanno incontro a deterioramento.

A discapito delle molteplici qualità va detto anche che occorre prestare attenzione ad una controindicazione piuttosto importante, legata a una malattia che non a caso viene detta comunemente favismo: questa allergia grave alla leguminosa può portare a serie crisi anemiche.

FAVE FRESCHE DI STAGIONE

Teneri baccelli dal color verde brillante che contengono deliziosi semi da gustare crudi, come croccante accompagnamento a salumi e formaggi, oppure cotti in saporite ricette: eccovi le fave.

Un alimento genuino che la natura ci regala nella stagione primaverile e grazie alla quale possiamo preparare tante ricette dall’antipasto al contorno. Valide sostitute delle proteine animali, le fave suscitano l’entusiasmo di tutti. Un alimento tipico della cultura contadina, un piatto povero, arrivato ai giorni nostri come protagonista di numerose ricette: dalle zuppe, alle minestre, alle insalate, una grande varietà di preparazioni per soddisfare tutti i gusti.

Ovviamente questo è il periodo migliore per gustarle fresche ma anche durante l’anno è possibile cucinarle trovandole secche; queste richiedono un tempo di preparazione più lungo in quanto vanno precedentemente ammollate per almeno una notte ma il risultato finale sarà comunque ottimo.


Per pulire le fave fresche è sufficiente aprire il baccello, estrarre il seme ed eliminare l’escrescenza posta lateralmente, oltre che la pellicola protettiva, prima di consumarla in qualsiasi modo. Se avete la fortuna di trovare le fave molto fresche, raccolte da uno o due giorni al massimo, potete mangiarle crude anche senza bisogno di togliere la pellicola esterna perché risulteranno essere molto tenere. Se invece non sono fresche o risultano essere molto grosse, allora è necessario togliere la pellicina esterna che ricopre il seme in modo da renderle più tenere e meno amarognole. Le fave sono così pronte per essere accompagnate da formaggi, come il famoso pecorino, da salumi, in particolare pancetta o prosciutto e fungere da antipasto ma anche da specialità tipica del periodo. Con pecorino e pancetta si possono realizzare tanti condimenti per paste, torte salate, focacce, finger food o purea.

Cotte, invece, possono arricchire zuppe e minestroni, insieme ad altre verdure e legumi, possono essere consumate come contorno a sé, e, come detto, possono dare origine a un ottimo purè.

Tutte queste proposte e tante ancora sono disponibili per te su Cookidoo® pronte per essere cucinate grazie al tuo Bimby®. Scoprile tutte!

Vai a Cookidoo

I nostri prodotti migliorano la vita di milioni di famiglie da 130 anni grazie alla  tecnologia all'avanguardia e alla loro eccezionale durata.

Vorwerk Italia s.a.s. | 20156 Milano | C.F. e P.Iva 00793630153 | Cap.Soc. 3.821.000 i.v. | Registro Imprese di Milano n° 00793630153 | corporate.vorwerk.com/it/