Asparagi in tavola

UN ORTAGGIO PREGIATO

Gli asparagi, si sa, sono ortaggi pregiati e di origine antichissima. La loro origine viene individuata in Mesopotamia e tracce del loro utilizzo si hanno sin dai tempi degli egizi, che ne conoscevano bene le proprietà benefiche e depurative, e dei Romani che ritenevano dessero nuova linfa al corpo. Contengono poche calorie e sono ricchi di sali minerali e vitamina E.

La stagione di raccolta degli asparagi è la primavera, da marzo a giugno, quando i germogli sono ancora teneri. Esistono diverse varietà di asparagi, così come diverse sono le zone di produzione. Per ciascuna il territorio conferisce una particolarità che lo rende unico e inconfondibile.

La varietà più comune è costituita da ortaggi di colore verde scuro o verde chiaro ma ne esistono anche di bianchi, rosa e viola. È inoltre bene differenziare tra l’asparago coltivato (Asparagus officinalis) e l’asparago selvatico (Asparagus acutifolius) conosciuto anche come asparagina, la cui presenza può essere individuata in aree di campagna, pascoli e boschi.

In Italia possiamo vantare diverse varietà:

L’ asparago bianco, che a seconda delle zone si distingue in:

  • asparago bianco di Bassano
  • asparago bianco di Cimadolmo
  • asparago bianco di Padova
  • asparago bianco di Rivoli Veronese (la cui produzione è limitata ed a cui nel mese di maggio è dedicata una fiera)

In Lombardia troviamo una particolare varietà di asparago bianco che viene indicato come:

  • asparago rosa di Mezzago, simbolo della biodiversità agroalimentare lombarda, la cui coltivazione è stata riscoperta e riavviata nel corso degli ultimi due decenni

Per quanto riguarda gli asparagi verdi, i più noti sono:

  • asparago verde di Altedo, caratteristico della provincia di Bologna
  • asparago verde amaro Montine, prodotto nella laguna a nord di Venezia, particolarmente precoce, in quanto la sua raccolta ha già inizio a partire dal mese di marzo

In ultimo gli asparagi viola, dal sapore amarognolo:

  • asparago violetto di Albenga, una varietà tanto dolce da poter essere consumata cruda
  • asparago violetto di Cilavegna, la cui sagra cade la seconda domenica di maggio

In qualsiasi varietà decidiate di gustarli, gli asparagi sono estremamente ricchi di proprietà benefiche. Sono una fonte di nutrienti benefici, tra i quali possiamo trovare fibre vegetali, acido folico e vitamine, con particolare riferimento alla vitamina A, alla vitamina C ed alla vitamina E. Presentano inoltre un interessante contenuto di sali minerali, tra i quali è bene evidenziare il cromo, un minerale che permette di migliorare la capacità dell’insulina di trasportare il glucosio dal flusso sanguigno verso le cellule del nostro organismo.

A tale proposito, studi recenti hanno indicato gli asparagi tra gli elementi indicati per il consumo alimentare. Gli asparagi, così come l’avocado, i cavoli ed i cavolini di Bruxelles, risultano essere particolarmente ricchi di una sostanza denominata glutatione, utile a favorire la depurazione dell’organismo, migliorando la sua capacità di liberarsi di sostanze dannose oltre che dei radicali liberi.

COME PULIRLI CORRETTAMENTE 

Qualsiasi tipo di asparago si pulisce nello stesso modo:

- Come prima cosa lavare bene gli asparagi, sotto acqua corrente fredda, per eliminare ogni traccia di terra.

- Asciugateli bene con carta da cucina e eliminate la parte finale bianca più dura, pareggiando con un coltello a lama liscia.

- Con l’aiuto di un pelapatate o con un coltellino eliminate la parte filamentosa pelando verticalmente dall'alto verso il basso, finché lo stelo non risulterà bianco.

- Se volete utilizzare gli asparagi per paste o risotti potete procedere a tagliarli crudi per poi impiegarli nelle diverse preparazioni. Tagliate quindi le punte poi riducete il gambo a ronde. Diversamente lasciateli interi per la lessatura.

Ora scopri su Cookidoo® quante ricette puoi realizzare grazie a Bimby®.

Vai a Cookidoo

I nostri prodotti migliorano la vita di milioni di famiglie da 130 anni grazie alla  tecnologia all'avanguardia e alla loro eccezionale durata.

Vorwerk Italia s.a.s. | 20156 Milano | C.F. e P.Iva 00793630153 | Cap.Soc. 3.821.000 i.v. | Registro Imprese di Milano n° 00793630153 | corporate.vorwerk.com/it/