L’ora del tè: tra rito e tradizione

La storia del tè risale a più di 40 secoli fa in Cina, dove la Camelia Sinensis, pianta sempreverde, veniva utilizzata come medicina o come bevanda.
Oggi, il tè si sorseggia da solo o accompagnato con biscotti, scegliendo tra i numerosi tipi di tè a disposizione, in base alle loro proprietà.

Le tipologie di tè

Esistono molti tipi di tè particolari ma è possibile classificarli in 5 categorie:

  1. Tè verdi
    Questa tipologia differisce dalle altre perché le foglie non vengono sottoposte al processo di fermentazione ma vengono essiccate. Questa tecnica permette alle foglie di conservare il colore e i principi nutritivi, che rendono l’infuso leggermente amarognolo e di color giallo pallido, da sottolineare inoltre le proprietà drenanti, stimolanti  e antiossidanti.

  2. Tè bianchi
    Tè di gran pregio di provenienza esclusivamente cinese. Per conservare al meglio l’aroma e le sostanze naturali della pianta, i germogli vengono raccolti ancora chiusi, fatti appassire e successivamente essiccati senza esposizione dirette al calore.

  3. Tè neri
    Prodotti principalmente in Africa e India, questi tè hanno un aroma intenso e sono ricchi di teina. Dopo aver subìto un processo di ammorbidimento e un’operazione di pressatura tramite rulli, le foglie vengono fatte fermentare su piani di vetro in ambienti molto umidi per due ore e poi essiccate.

  4. Tè Oolong
    Infusi dal leggero aroma fruttato, questa tipologia di tè è una via di mezzo tra il tè verde e quello nero.
     
  5. Tè profumati e aromatizzati
    I tè profumati hanno una base di tè verde, nero od Oolong, miscelata con fiori profumati o aromi. I tè aromatizzati invece, hanno una base di tè nero, profumata con aromi e miscelata con fiori e frutti.

Il tè: proprietà, conservazione e servizio

Le principali proprietà del tè sono quattro:

  1. Elevata quantità di polifenoli, antiossidanti naturali, che hanno effetti benefici sul nostro organismo;
  2. Zero calorie. Il tè non fornisce calorie, ad eccezione di quelle dovute allo zucchero aggiunto;
  3. Blanda azione diuretica e aiuta a combattere la stitichezza;
  4. Stimola la secrezione gastrica e migliora la digestione.
Due consigli per conservare il:
  1. Contenitori ermetici, di metallo o di porcellana, in modo da evitare l’umidità;
  2. I contenitori non devono essere trasparenti, l’esposizione alla luce influisce sulla corretta conservazione.
 Ecco come servire il classico tè delle cinque:
  1. Scegliere il tipo di tè, prediligere le foglie e non le bustine;
  2. Acqua non calcarea, in tal caso utilizzare acqua oligominerale naturale;
  3. Scaldare l’acqua al massimo a 90°C;
  4. Lasciare in infusione dai 2 ai 5 minuti.

Oltre a essere degustato in tazze di porcellana, il tè può essere utilizzato come ingrediente in cucina. Lasciatevi incuriosire e provate a usare il tè verde matcha in polvere nelle ricette presenti su Cookidoo®.

VAI A COOKIDOO®